Piero Gilardi nasce a Torino nel 1942 e si forma al Liceo Artistico e all'Accademia Albertina di Torino.

Pioniere dell'esperienza di arte tecnologica, Gilardi, negli anni '60, è uno dei protagonisti del Nouveau Realisme e della Pop Art Europea. Nel 1963 realizza la sua prima mostra personale 'Macchine per il futuro', due anni più tardi concepisce le prime opere in poliuretano espanso per Gufram ed inizia ad esporre in numerose poli culturali del mondo tra cui Parigi, Bruxelles, Colonia, Amburgo, Amsterdam e New York.

Dal 1968 aderisce alle nuove tendenze artistiche dell'epoca: Arte Povera, Land Art, Antiform Art, collaborando alla realizzazione di alcune rassegne internazionali. Con l'avvento degli anni Ottanta, Gilardi prosegue nella sua attività nel mondo dell'arte. Nel 1985 inizia una ricerca artistica con l'utilizzo di nuove tecnologie per la realizzazione del progetto 'IXIANA'. Insieme a Claude Faure e Piotr Kowalski, ha costituito l'associazione internazionale 'Ars Technica' di cui è il responsabile della sezione italiana.

Dal 2002 è impegnato al progetto per la realizzazione del Parco d'Arte Vivente (PAV) della città di Torino, di cui è stato presidente. Le sue opere sono esposte nei principali musei d'arte moderna del mondo. Ha pubblicato due libri: "Dall'arte alla vita, dalla vita all'arte" e "Not for Sale".

Vive e lavora a Torino.

PRODOTTI